Ho la vita grossa

La mia vita è grossa. Se la misuro è lunga da qui a là e contiene un sacco di cose. Di molte nemmeno ricordo cosa eppure dovrei saperlo, è della mia vita che sto parlando.
La mia vita non è stata sempre così. Una volta era molto meno grossa, non dico piatta ma senza quei rivoli che si sono accumulati in anni di vittorie e sconfitte. Ogni vittoria un festeggiamento e ogni sconfitta una compensazione.
E ora? E’ grossa, grossa assai e si dimena, sciaborda e nonostante ogni tentativo estremo di cura non vuole stare ferma, come se si ricordasse di qualcosa da fare. Ma cosa dovrebbe fare?
Chiudersi? Rivoltarsi? Affabularsi?
La mia vita è grossa nella sua tenuità, genuina se volete ma intollerabilmente spessa.
La mia vita è grossa, se la misuro va da molto in là a qua con qui e quo a far da sponda.
La sollevo un po’ e guardo sotto.
Vecchi pensieri.
Liposuzione. Ecco potrebbe essere una soluzione. Eliminare il grasso in eccesso. Togliere il di più, ma come si fa. Ogni di più è un ricordo, un’infatuazione, un trigliceride impazzito, una novità di note  e parole, magari un atto d’amore speso in una notte d’estate e mai più ritornato.
La mia vita si ingrossa.
Alto spessore.
Guance cadenti.

Lascia un commento